varie

ARGOMENTI IN PILLOLE: I) ACUFENI 

J. Tonndorf (e Møller) evidenziarono molte analogie fra acufene (SIT) e dolore: la Gate theory (Melzack e Wall) ipotizza che l’origine del segnale doloroso percorra due vie: fibre grandi (o lente) e fibre piccole (veloci). Le fibre A-delta sono mielinizzate e a conduzione veloce, mentre le fibre C o grandi (non mielinizzate) sono a conduzione lenta. Ambedue i sistemi conducono alla area nervosa centrale del Rolando.....Le fibre grandi eserciterebbero un effetto inibitore che "chiude" la porta al dolore, mentre le fibre piccole esercitano un effetto che tende ad "aprire" la porta al dolore.

Le piccole fibre hanno azione veloce e lunga, mentre le grandi fibre hanno azione "debole", ergo il cancello-dolore  tende a rimanere aperto. Lo sbilanciamento fra le due determina il dolore, e un dolore prolungato può produrre una “memoria” che può essere interrotta solo temporaneamente....Anche le fibre afferenti ai centri nervosi della via uditiva sono di questi due tipi: cioè fibre di grande diametro (dalle cellule cigliate interne) e fibre di piccolo diametro (dalle cellule cigliate esterne). Pertanto si può generare il SIT o acufene per prevalenza delle “piccole” (Precerutti) e apertura della via dolore (che in questo caso sarà un acufene).  

L’approccio clinico al paziente con acufene prevede:  anamnesi, esame obiettivo generale e specialistico, indagine psicologica, audiometria, acufenometria, trattamenti psicologici, mascheratori, farmaci, anestetici, o ultrasuoni, magnetoterapia, forse laser locale ecc.. Per maggiori informazioni sui trattamenti si veda il link dopo riportato nello spazio "ARTICOLI SCIENTIFICI"

 

ARGOMENTI IN PILLOLE: II) MOBBING , BOSSING , BULLISMO, STALKING E "CRIMINI DI SOPRAFFAZIONE"

Come capire se siete "mobbizzati": i sette parametri di valutazioe del mobbing: ambiente definito, durata di azioni negative, frequenza delle stesse, azioni ostili, antagonismo spinto, andamento per fasi successive con intento persecutorio.  Perché si configuri il mobbing devono ricorrere i seguenti elementi:  (punto 1) le vessazioni devono avvenire sul luogo di lavoro. (2) I contrasti, le mortificazioni devono durare nel tempo, (3) devono essere reiterate e molteplici. (4)Devono essere  più azioni ostili, e almeno due di queste elencate di seguito: no alla comunicazione, isolamento, cambiamenti delle mansioni lavorative, attacchi alla reputazione, anche violenze o minacce.  (5) Occorre solitamente un "dislivello" di ruoli tra gli antagonisti. (6)La vicenda procede per fasi successive: conflitto, inizio del mobbing, volontà di provocare disturbi anche psico-somatici nella vittima che viene indotta quindi a errori (per gli abusi), consequenzialmente aggravamento della salute della vittima, esclusione progressiva dal mondo del lavoro. (7)L’intento persecutorio è appoggiato da una o più persone, quindi un disegno premeditato contro il "bersaglio".... Ma esistono Centri di sostegno con molte Professionalità mediche e non, in grado di dare sostegno, ed è bene tenere una documentazione degli eventi ostili. Analogo discorso vale per attività criminose "simili" al mobbing, come stalking, cyberbullismo ecc, anche qui è importante la documentazione e rivolgersi a Centri di sostegno pluriprofessionali.

1) Alcuni interventi di chirurgia ORL complessi e rari eseguiti nel Reparto di ORL dell ex USSL 54 di Codogno e Casalpusterlengo (poi soppressa) - direttore dott. G. Cassani.

Urgenza per politrauma facciale (incidente stradale) con fracasso auricolare, frattura zigomatica, ipoacusia e paralisi del nervo facciale:    Alle ore 0,30 si presentò al P.S. dello Ospedale di Casalpusterlengo paziente di 19 anni con grave politrauma da incidente stradale. In urgenza si procede a parziale mastoidectomia con liberazione del nervo facciale imprigionato in frattura ossea. ricostruzione del condotto uditivo e TORP (ossiculoplastica). Riduzione della frattura zigomatica, suture mltiple ed estetiche delle ampie ferite del volto con scollamento e scorrimento di lembi di vicinanza. A distanza di tempo si verifica un esito molto favorevole, con una ripresa uditiva, una perfetta funzione del nervo facciale, consolidamento zigomatico e cicatrici del volto impercettibili

 

2) Alcuni interventi di chirurgia ORL complessi e rari eseguiti nel Reparto di ORL dell ex USSL 54 di Codogno e Casalpusterlengo (poi soppressa) - direttore dott. G. Cassani.

Lussazione invalidante della mandibola: risoluzione con osteoplastica articolare (mediante auto-trapianto osseo da cresta iliaca)

vedi foto a lato

3) Alcuni interventi di chirurgia ORL complessi e rari eseguiti nel Reparto di ORL dell ex USSL 54 di Codogno e Casalpusterlengo (poi soppressa) -  direttore dott. G. Cassani.

Recupero di paziente con rottura di carotide in decima giornata post - operatoria:                                                                                Paziente di 70 anni con neoplasia sopraglottica viene operato di svuotamento latero-cervicale destro funzionale e laringectomoa parziale orizzontale sopraglottica allargata alla base lingulale ecc. Decorso post-operatorio regolare. Dopo 10 giorni improcvvisa e grave emorragia dalla bocca e dal tracheostoma. Trasferito in estrema urgenza in sala operatoria si conferma la rottutra carotiìdea al terzo medio del collo, si procede a legatura graduale della carotide a monte della lesione (base collo) per consentire una ripresa circolatoria carebrale del Willis. Trasfuse 5 sacche di sangue. Dopo settimane si procedette a revisione, con laringectomia totale e ricostruzione esofagea mediante lembi vari alla Bakanjam. Seguito in ambulatorio per 3 anni in buone condizioni (pochi casi si salvano per rottura di carotide).

 

alcune Setto-Rinoplastiche complete funzionali interne ed esterne

prima
prima
dopo
dopo
prima
prima
dopo
dopo
prima
prima
dopo
dopo
prima
prima
dopo
dopo
prima
prima
dopo
dopo
prima
prima
dopo
dopo

ALCUNE PUBBLICAZIONI

"Medicitalia"  segnala quanto segue:
"... La tua scheda è stata visualizzata 32.098 volte e i consulti hanno ricevuto 2.612.322 click"... 

Ringrazio.

LA VERTIGINE

Quale è il ruolo del sistema vestibolare periferico e centrale? I recettori periferici dell'equilibrio sono "sensori" individuabili nei canali semicircolari, nell' utricolo e sacculo, posti nell'orecchio interno.

I canali semicircolari sono disposti, e non a caso, nelle tre direzioni dello spazio e mandano informazioni ai sistemi vestibolari centrali e del tronco-encefalo e del cervelletto (diciamo al "computer" centrale) consentendo orientamento e posizionamento nello spazio del corpo.
Queste strutture labirintiche sono la componente fondamentale dell'equilibrio!!
Altre strutture concorrono poi a comporre il "puzzle" dell'equilibrio, ma in modo più marginale. 

Pubblicazioni otorino di particolare interesse generale.

  • A proposito di acufeni (Articolo validato e pubblicato su www.medicitalia.it e sul giornale "La Stampa" )

http://www.medicitalia.it/minforma/audiologia-e-foniatria/1998-proposito-acufeni.html

  • A proposito di prevenzione del tumore laringeo (Articolo validato e pubblicato su www.medicitalia.it  e sul giornale "La Stampa")

http://www.medicitalia.it/minforma/otorinolaringoiatria/1714-proposito-prevenzione-tumore-laringeo.html

  • Attenzione alle ipoacusie improvvise  (Articolo pubblicato su www.medicitalia.it  e sul giornale "La Stampa")

http://www.medicitalia.it/minforma/otorinolaringoiatria/2099-attenzione-ipoacusie-improvvise.html

  • Il termalismo nella storia

http://www.medicitalia.it/minforma/medicina-termale/1888-termalismo-medicina-storia.html

  • screening audiometrici scolastici

http://www.medicitalia.it/minforma/otorinolaringoiatria/2184-risultati-preliminari-screening-uditivo-scolastico-terme-miradolo.html

 

LIONS

  • Cassani  coordinatore del Comitato "lotta alla sordità, ipoacusia e ortofonia", collabora con il distetto iB3 e col "Centro Nazionale Udito e ortofonia", proseguendo nello screening gratuito audiologico scolastico. L'iniziativa sarà estesa a zone limitrofe, e ad altre fasce di età. Inoltre saranno prese iniziative come convegni, pubblicazioni ecc.      
  • Nel 2016 ricordo una serata musicale al teatro Rossi di Casalpusterlengo con la partecipazione della soprano Larissa Yudina, e presentava il compianto Cino Tortorella (mago Zurlì),  coadiuvato dal critico d'arte Giorgio Grasso, già collaboratore di Vittorio Sgarbi. Fondi destinat alla Croce Casalese.

varie

passaggio auto d'epoca
passaggio auto d'epoca
Teatro Rossi con il grande Cino Tortorella
Teatro Rossi con il grande Cino Tortorella
discorso
discorso
Tabiano
Tabiano

Prevenzione

  1. IL 6 e 8 APRILE DEL 2018 , IN OCCASIONE DEL LIONS DAY, come comitato Udito e Ortofonia del Distretto Ib3 , SCREENINGS UDITIVI NELLE PIAZZE DI PIACENZA  e CASALPUSTERLENGO CON LA  PROTEZIONE CIVILE, LA CROCE ROSSA, CROCE CASALESE, AUSL di Piacenza, LIONS CLUB SAN ROCCO AL PORTO E BASSO LODIGIANO e Radio Sound(Dott. Cassani, Dott. Luppi, Dott. Zavaglia.

 

 

workshop presso studio medico emilia 16

Tra i punti trattati: - Cenni sugli aspetti psico-patologici del narcisista maligno 

- Le dinamiche della vittimizzazione 

- La manipolazione relazionale 

- La prevenzione della violenza psicologica 

 

Complimenti al noto critico d'arte Giorgio Grasso, già presente alla manifestazione al teatro Rossi di Casalpusterlengo, a favore della Croce Casalese, ( insieme a Cino Tortorella): è stato  critico d'arte alla  Biennale di Venezia. Nato a Modica, in provincia di Ragusa, nel 1961, il paese di Quasimodo, già consigliere comunale a Milano,"braccio destro " di Sgarbi, è intrattenitore su varie reti televisive. Complimenti!

Infiltrazione del ganglio stellato

Un approccio multidisciplinare può essere di giovamento per l'acufene. Un atteggiamento totalmente negativo non sembra motivato. Esauriti gli approcci  di tipo medico, psicologico, farmacologico, protesico, laser, TRT , ultrasuoni e magnetoterapia ecc., esiste una tecnica, "invasiva" , in day hospital, che ho  presentato a un Congresso nazionale ORL (Genova) su oltre 300 pazienti trattati. La tecnica si avvale della infiltrazione del ganglio stellato, procedura contemplata e già nota agli Anestesisti per scopi antalgici. (Vedi articolo con il link evidenziato  nella pagina in "articoli medici" per maggiori informazioni )